Aggiornamenti in Aritmologia
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Cardiobase
Xagena Mappa

Fasudil nel trattamento della angina stabile

L’inibizione della Rho-chinasi permette ai vasi sanguigni di rilassarsi e di aumentare il rifornimento di sangue al tessuto cardiaco.

Il Fasudil è un inibitore della Rho-chinasi.

Una forma endovenosa del Fasudil è stata approvata in Giappone fin dal 1995 ed impiegata nei pazienti con spasmi vascolari cerebrali.

Schering sta ora sviluppando la formulazione per os del Fasudil con la giapponese Asachi Kasei nel trattamento dell’angina pectoris.

Uno studio di fase II di dose-finding ha coinvolto 84 pazienti : a 41 è stato somministrato Fasudil e a 43 placebo.

Ai pazienti era permesso assumere un farmaco anti-anginoso e nitrati a breve durata d’azione, se necessario, oltre agli usuali farmaci cardiovascolari.

Il dosaggio di Fasudil è stato aumentato ogni 2 settimane per 8 settimane.

Ad 8 settimane, la durata dell’esercizio è risultata aumentata di 1,43 min nel gruppo placebo e 1,97 min nel gruppo Fasudil.

Il tempo di comparsa di ischemia miocardica è aumentato di 2,83 min nel gruppo Fasudil rispetto al placebo ( p = 0,012 ). ( Xagena2004 )


Fonte: 53rd Scentific Annual Meeting/ American College of Cardiology , 2004


Cardio2004 Farma2004


Indietro