Aggiornamenti in aritmologia
52 convegno cardiologia milano
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Xagena Mappa

Tachicardia ventricolare sostenuta e fibrillazione ventricolare come complicanza delle sindromi coronariche acute senza sopraslivellamento del tratto ST


Le aritmie ventricolari rimangono una complicanza letale delle sindromi coronariche acute. Tuttavia, l'incidenza e la prognosi della tachicardia ventricolare sostenuta / fibrillazione ventricolare ( TVS/FV ) in popolazioni con sindromi coronariche acute senza sopraslivellamento ST ( NSTE ) non sono state ben descritte.

È stata esaminata l'incidenza di TVS/FV e la sopravvivenza successiva tra i 9.211 pazienti arruolati nello studio EARLY ACS ( Early Glycoprotein IIb/IIIa Inhibition in NSTE ACS ).

L'incidenza cumulativa di TVS/FV è stata di 1.5% ( n=141 ); lo 0.6% ( n=55 ) aveva TVS/FV a 48 ore o meno dall'iscrizione, e lo 0.9% ( n=86 ) aveva TVS/FV a più di 48 ore dopo l'iscrizione. I pazienti con TVS/FV hanno avuto più frequentemente una precedente insufficienza cardiaca, una frazione di eiezione minore del 30% e coronaropatia trivasale.

I predittori di TVS/FV erano simili, indipendentemente dalla tempistica di TVS/FV ( 48 ore o meno contro più di 48 ore ).
I pazienti con TVS/FV 48 ore o meno dopo l'arruolamento avevano maggiore mortalità a 30 giorni rispetto a quelli senza TVS/FV 48 ore o meno dopo l’arruolamento ( 13.0% vs 2.2%; odds ratio aggiustato, aOR=6.73 ).

L'aumento del rischio di morte associato a TVS/FV a 48 ore o meno era presente a 1 anno.
Il rischio di mortalità, rispetto ai pazienti senza TVS/FV, era maggiore per i pazienti con TVS/FV a più di 48 ore ( hazard ratio, HR=20.70 ) che per quelli con precedente VT/VF ( HR=7.45, P=0.0003 ). La frequenza di morte aritmica era più alta nei pazienti con TVS/FV rispetto a quelli senza TVS/FV ( 26.4% contro 6.9% ).

In conclusione, la tachicardia ventricolare sostenuta e la fibrillazione atriale è infrequente dopo sindromi coronariche acute senza sopraslivellamento ST, ma è altrettanto probabile che si verifichi dopo 48 ore così come entro le prime 48 ore.
Il marcato aumento nella mortalità per tutte le cause tra i pazienti con sindromi coronariche acute senza sopraslivellamento ST con TVS/FV sia precoce che tardiva solleva considerazioni importanti su un monitoraggio aggressivo oltre le 48 ore e sugli interventi per prevenire la morte aritmica in questi pazienti. ( Xagena2012 )

Piccini JP et al, Circulation 2012; 126: 41-49

Cardio2012



Indietro