52 convegno cardiologia milano
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Aggiornamenti in aritmologia
Associazione Silvia Procopio

Troponina cardiaca T ad alta sensibilità, funzione ventricolare sinistra ed esito nella sindrome coronarica acuta senza sopraslivellamento del tratto ST


I livelli di troponina cardiaca ( cTn ) riflettono la dimensione dell'infarto miocardico e la frazione di eiezione ventricolare sinistra ( FEVS ) depressa nei pazienti con sindrome coronarica acuta senza sopraslivellamento ST ( NSTE-ACS ).
Tuttavia, vi sono informazioni molto limitate sul fatto che il cTn misurato con un saggio ad alta sensibilità ( hs ) possa fornire informazioni prognostiche aggiuntive alla FEVS nei pazienti con sindrome coronarica acuta NSTE.

Lo studio basato sul registro SWEDEHEART ha esaminato 20.652 pazienti con sindrome coronarica acuta NSTE con informazioni disponibili su hs-cTnT ( il più alto livello registrato durante l'ospedalizzazione ) e FEVS stimata utilizzando l'ecocardiografia.
Tutti i pazienti erano stati seguiti per 1 anno.

I livelli di hs-cTnT hanno previsto indipendentemente eventi cardiovascolari maggiori ( MACE ) in coorti con FEVS normale, lievemente depressa, moderatamente depressa e gravemente depressa.
Gli hazard ratio ( HR ) aggiustati in queste coorti sono stati 1.18, 1.12, 1.12 e 1.21, rispettivamente.

I livelli di hs-cTnT sono stati particolarmente predittivi per la mortalità cardiovascolare e la riammissione per insufficienza cardiaca.

L'esclusione dei pazienti con precedente malattia cardiaca non ha influenzato le interrelazioni generali di hs-cTnT e FEVS con MACE.

In conclusione, i livelli di hs-cTnT forniscono un valore prognostico incrementale indipendente dalla frazione di eiezione ventricolare sinistra nei pazienti con sindrome coronarica acuta NSTE.
Hs-cTnT è particolarmente predittivo per MACE in pazienti con FEVS gravemente depressa ma anche in quelli con FEVS normale.
Di conseguenza, una normale FEVS non dovrebbe essere impiegata come argomento per non indirizzare i pazienti a un accurato controllo. ( Xagena2018 )

Eggers KM et al, Am Heart J 2018; 197: 70-76

Cardio2018



Indietro